Home Page » L'Amministrazione » Notizie » Comunicati Stampa Città di Asti » Stagione 2018/2019 Teatro Alfieri, Asti
Comunicati Stampa Città di Asti
Stagione 2018/2019 Teatro Alfieri, Asti
lun 17 set, 2018

Lunedì 17 settembre si apre la campagna abbonamenti per la Stagione 2018/2019 del Teatro Alfieri di Asti, realizzata dal Comune di Asti in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo.

“Dopo il recente successo della quarantesima edizione di Asti Teatro – dichiara Maurizio Rasero, Sindaco di Asti – la nuova stagione teatrale, oltre ad essere come sempre molto attesa e partecipata, diventa anche l'occasione per consolidare il rapporto della nostra città con il Teatro di qualità, come si può vedere dal calendario di appuntamenti prestigiosi che conferma Asti come tappa obbligata per le tournée più importanti ”.

“Il 2018 porta un'importante novità – sottolinea Gianfranco Imerito, Assessore alla Cultura – ovvero una stagione di Musica e Danza che va ad affiancare quella di Prosa per arricchire ulteriormente l'offerta culturale ed accontentare tutti i palati. Sono certo che i nostri già numerosi abbonati non si lasceranno sfuggire l'occasione di vivere tante belle serate a teatro e godersi un cartellone che fa invidia ai più celebrati teatri italiani”.

 

Un ricco cartellone composto da una Stagione di Prosa, che comprende 17 spettacoli con il meglio della prosa contemporanea, i monologhi “Soli in Scena” e il mix di generi della sezione “Altri Percorsi”, e la nuova Stagione di Musica e Danza con 10 proposte eterogenee, tra gospel, classica, musical e contaminazioni.

Completano il calendario 3 appuntamenti della nuova sezione Asti Opera & Ballet e 6 speciali eventi fuori abbonamento per una proposta come sempre varia e di qualità.

 

La Stagione di Prosa si apre giovedì 18 ottobre conLe Bal: l’Italia balla dal 1940 al 2001”, un fortunato format francese di Jean-Claude Penchenat, per la regia di Giancarlo Fares, con il quale si ripercorre la storia del nostro paese dall'inizio della seconda guerra mondiale al crollo delle torri gemelle. Un racconto senza parole, affidato alla musica e agli attori, alla forza comunicativa delle azioni, dei gesti e dei suoni, per uno spettacolo elegante, poetico e divertente.

Martedì 6 novembre si continua con “Arlecchino servitore di due padroni” di Carlo Goldoni, un testo comico e corale messo in scena da Valerio Binasco, con un’inedita coppia di attori: Natalino Balasso e Michele Di Mauro, mentre lunedì 12 novembre Ambra Angiolini e Matteo Cremon porteranno a teatro “La guerra dei Roses”, dal romanzo di Warren Adler, noto a tutti per la splendida trasposizione cinematografica con Michael Douglas e Kathleen Turner. Una commedia sull’amore che diventa odio, per la regia teatrale di Filippo Dini.

Lunedì 10 dicembre Maurizio Casagrande è il protagonista di “Mostri a parte”, una riflessione sull’effimero e spietato mondo dello spettacolo dal punto di vista di una rockstar in declino. Domenica 16 dicembre, nella sezione “Altri Percorsi”, omaggio a Luciano Nattino con il suo testo “Vanzetti: il sogno di un emigrato italiano”, interpretato da Massimo Barbero, Patrizia Camatel, Dario Cirelli, Fabio Fassio, Paola Tomalino, Federica Tripodi, Matteo Campagnoli, Chiara Magliano, Antonio Muraca e Stefano Orlando. Lo spettacolo, prodotto da Casa degli Alfieri, Teatro degli Acerbi e Asti Teatro 27, dove debuttò con grande successo, è tratto dalla storia di Bartolomeo Vanzetti e dell’assurda peripezia che lo ha visto protagonista, insieme all’amico Nicola Sacco, negli anni’20 in America, di uno dei casi più controversi di tutto il Novecento.

Il 2019 si apre mercoledì 9 gennaio con Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere ne “Il padre”, di Florian Zeller: Andrea, un uomo molto attivo nonostante la sua età, sente che la memoria inizia a vacillare. Anna, figlia premurosa, gli propone di stabilirsi nel grande appartamento che condivide con il marito, ma le cose non vanno del tutto come previsto. La sapiente penna di Zeller riesce a descrivere una situazione che, seppur tragica, viene affrontata con leggerezza e pungente ironia.

Mercoledì 16 gennaio un grande classico, “I Miserabili” di Victor Hugo, con Franco Branciaroli nel ruolo di Jean Valjean e con un eccellente cast diretto da Franco Però, mentre mercoledì 22 gennaio Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi rivisitano l’opera di Cervantes in “donchisci@tte”, dove un moderno Don Chisciotte intraprende un comico corpo a corpo, contro un mondo sempre più virtuale, tra vesti complottiste e spiritualità naif, accompagnato da un Sancho, che è insieme figlio e disorientato adepto.

Mercoledì 30 gennaio, per la sezione “Soli in scena” Maurizio Micheli è interprete e autore di “Uomo solo in fila: i pensieri di Pasquale”. Un uomo solo è in coda in un anonimo ufficio di Equitalia, dove protagonista è l’attesa, quella dell’assurdo quotidiano in cui trovano spazio speranze, inquietudine e illusioni, per un confronto con il proprio vissuto e con i propri pensieri che può svelare il senso profondo della vita.

Domenica 17 febbraio altro grande classico della prosa, firmato Parole d’Artista, con “La bisbetica domata” di Shakespeare, una commedia tutta da ridere, fatta di atrocità e strani rapporti, amore e interesse, finzione e travestimento. Un cast di primi attori giovani, diretti da Andrea Chiodi, per dare vita a questa nuova produzione di LuganoInScena.

Giovedì 21 febbraio la stagione si sposta allo Spazio Kor con “1927 – Monologo quantistico”, spettacolo di Gabriella Greison inserito nella sezione “Soli in Scena”, dove l’attrice, diretta da Emilio Russo, racconta con foto, musica e video i fatti più misteriosi e divertenti che hanno portato alla nascita della Fisica Quantistica, mentre martedì 5 marzo per “Altri Percorsi” torna, dopo il trionfo riscosso ad Asti Teatro 39 con “Animali da bar”, la Carrozzeria Orfeo con “Cous Cous Clan” di Gabriele Di Luca: in tutto il mondo l’acqua è stata privatizzata, e in un parcheggio abbandonato e degradato sorge una comunità di senzatetto, all’interno della quale sono parcheggiate due roulotte fatiscenti, tra i cui occupanti sorgono continui conflitti razziali ed interpersonali per la sopravvivenza.

Domenica 10 marzo, sempre per “Soli in Scena”, un irresistibile Emilio Solfrizzi è il protagonista di “Roger”, un’immaginaria e tragicomica partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi, un fuoriclasse di nome Roger, mentre venerdì 15 marzo la stagione fa nuovamente tappa allo Spazio Kor, per la sezione “Altri percorsi”, con “La scuola delle scimmie”, scritto e diretto da Bruno Fornasari, una produzione Teatro Filodrammatici di Milano: un professore di scienze naturali torna ad insegnare in una scuola di periferia, nel suo quartiere di origine, dove le difficoltà di integrazione rischiano di diventare una bomba dalla miccia molto corta e infiammabile.

Mercoledì 20 marzo spazio al thriller con “Voci nel buio”, scritto e diretto da John Pielmeier, con Laura Morante nei panni di Lil, una psicologa il cui weekend di relax solitario in una baita diventa un incubo a causa delle telefonate di un maniaco, in una feroce lotta per la sopravvivenza contro un nemico invisibile. Martedì 26 marzo ultimo appuntamento per “Soli in scena” con lo spettacolo “Talking Heads II”, diretto da Valter Malosti e interpretato Michela Cescon, inserito nel cartellone di Parole d’Artista. Due pluripremiati interpreti della scena teatrale italiana tornano a lavorare insieme in un progetto dedicato al grande autore britannico Alan Bennett. L’attrice in scena dà voce e corpo ad alcuni irresistibili e caustici brani del grande autore inglese, rappresentati per la prima volta in Italia.

Ultimo appuntamento di prosa lunedì 15 aprile con Stefania Rocca protagonista di “Squalificati”, per la regia di Luciano Melchionna, nei panni di una giornalista alle prese con l’intervista più difficile della sua carriera: un faccia a faccia con il Presidente del governo, presumibilmente coinvolto in un crimine aberrante, durante il quale inizierà a dubitare di tutto e tutti, inclusa se stessa.

 

Novità di quest’anno è la Stagione di Musica e Danza, con dieci appuntamenti e un abbonamento dedicato.

Primo appuntamento sabato 10 novembre con il concerto “La Classica al Cinema” dell’Ensemble Cinema Promenade, organizzato in collaborazione con il Circolo Filarmonico Astigiano. Irene Cardo (violino), Carlo Pezzati (violoncello), Franco Tangari (oboe) e Margherita Bassani (arpa), tutti professori dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, propongono in una veste raffinata composizioni che hanno accompagnato scene di famosi film.

Giovedì 22 novembre Rocco Papaleo, accompagnato dalla sua band, propone “Coast to coast”, un viaggio in cui le parole incontrano la musica, tra canzoni, racconti, monologhi e gag surreali, mentre venerdì 7 dicembre arriva “Le Musichall in tour”: creato e ideato da Arturo Brachetti, è uno “zapping teatrale”, un omaggio al varietà, in chiave contemporanea e dinamica, con cantanti, acrobati, clown, attori comici, ballerini e illusionisti.

Giovedì 20 dicembre tradizionale appuntamento con la musica gospel, quest’anno rappresentata dal New Direction Tennessee State Gospel Choir, ensemble di 35 elemento attivo dal 1997, vincitore di numerosi riconoscimenti. Non poteva mancare un musical natalizio: giovedì 27 dicembre arriva la magia di “A Christmas Carol” della Compagnia Bit, con l’attore e cantante astigiano Fabrizio Rizzolo nel ruolo di Ebenezer Scrooge, un ricco cast diretto da Melina Pellicano e le scene curate da Alessandro Marrazzo e un altro astigiano, Francesco Fassone.

Venerdì 4 gennaio irromperanno sul palco del Teatro Alfieri gli Acrobati Sonics presenteranno lo spettacolo “Steam”, con eccentrici personaggi che, tra spettacolari coreografie, acrobazie mozzafiato ed effetti speciali, incroceranno e racconteranno le loro storie.

Sabato 26 gennaio, in collaborazione con il Circolo Filarmonico Astigiano, brillante mix di musica e intrattenimento con “Opera Buffa! Il Flauto Magico e cento altre bagattelle…”, dove Elio, nella veste di cantante e narratore, rivisiterà, insieme al soprano Scilla Cristiano, capolavori come “Il Flauto Magico”, “Il Barbiere di Siviglia” e il “Don Giovanni”. Ad accompagnarli Gabriele Bellu al violino, Luigi Pixeddu al violoncello e Andrea Dindo al pianoforte.

Martedì 26 febbraio un altro viaggio nella musica da cinema, più dissacrante, con “Note da Oscar” della Rimbamband, dove cinque “suonattori”, in perenne disaccordo armonico, prendono per mano il pubblico per condurlo in un viaggio imprevedibile tra i generi cinematografici più disparati, dal western al cartoon, dal giallo alla commedia, frullandoli e distorcendoli con spregiudicata creatività; e sempre il grande schermo sarà il tema dello spettacolo di domenica 7 aprile, con “I Bislacchi. Omaggio a Fellini” a cura della compagnia Artemis Danza/Monica Casadei: ispirato all’universo del grande maestro, i danzatori rievocano e reinventano immagini, scene e personaggi di alcuni suoi film sulle celebri note di Nino Rota.

Chiusura sabato 18 maggio con un nuovo concerto dell’Orchestra Sinfonica di Asti, reduce da grandi successi in Italia e all’estero, ultimo dei quali il tour con Il Volo che ha fatto tappa anche ad Asti Musica.

 

Novità assoluta della stagione 2018/2019 è l’Asti Opera & Ballet, festival internazionale di opera lirica e balletto, con direzione artistica di Carlo Pesta e direzione musicale di Gianmario Cavallaro, che offre tre eventi fuori abbonamento: venerdì 1 marzo “La Traviata”, l'opera più significativa e romantica di Giuseppe Verdi, diretta da Jean Mark Biskup, realizzata nel rispetto del libretto dall’Orchestra Filarmonica Italiana, diretta dal M° Gianmario Cavallaro, il Coro•Opera&Ballet e i solisti del Balletto di Milano; sabato 23 marzo “Anna Karenina”, emozionante balletto liberamente ispirato al celebre romanzo di Lev Tolstoj, interpretato dal Balletto di Milano con coreografie e regia di Teet Kask; venerdì 29 marzo torna l’Orchestra Filarmonica Italiana con il Coro•Opera&Ballet per “Madama Butterfly”, una delle opere più famose e rappresentate nel mondo nella straordinaria ed esclusiva regia di Massimo Pezzutti che ha già incantato migliaia di spettatori.

 

Numerosi gli appuntamenti fuori abbonamento che vanno a completare il ricco cartellone del Teatro Alfieri, a partire dall’incontro tra circo e cinema che venerdì 26 ottobre vedrà sul palco la Cie Menteuses in A Nos Fantômes”. L’evento è inserito in Bruxelles en Piste, progetto che porta il circo contemporaneo belga in Italia. Una celebre cantante, una campionessa di pattinaggio artistico, un’attrice di teatro, una pugile, una sirena… Gloria vorrebbe essere tutte queste donne, che prendono vita nelle acrobazie di Célia Casagrande-Pouchet e  Sarah Devaux.

Domenica 28 ottobre concerto della cantante e attrice Serena Autieri, che sarà accompagnata dall’Orchestra Sinfonica di Asti, diretta dal M° Enzo Campagnoli, mentre sabato 17 novembre il popolare duo comico Ale e Franz rende omaggio a Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci con  Nel nostro piccolo, un divertente viaggio in una Milano che non c’è più.

Sabato 15 dicembre allo Spazio Kor il musicteller Federico Sacchi accompagna il pubblico ne “Gli anni perduti di Nino Ferrer”, raccontando la vita di un artista di culto attraverso un originale format culturale che intreccia parola e innovazione tecnologica.

Martedì 5 febbraio Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia sono i protagonisti di “Non mi hai più detto ti amo”:  dopo vent’anni la coppia straordinaria del musical Grease torna insieme per la prima volta in una commedia scritta e diretta da Gabriele Pignotta, un testo  ironico e appassionante cucito addosso a due attori istrionici e affiatati.

Domenica 14 aprile appuntamento con l’operetta con la Compagnia Alfafolies ne “Il conte di Lussemburgo” di Franz Lehàr, con la regia di Augusto Grilli. Una caratteristica operetta viennese condotta secondo le regole del tenero e del comico, che costituiscono gli elementi basilari del genere.

 

Chi deciderà di abbonarsi avrà la prelazione per l’acquisto dei biglietti degli spettacoli fuori abbonamento, e potrà ricevere in omaggio un biglietto per lo spettacolo di circo “A Nos Fantômes”. Inoltre gli abbonati potranno ritirare le contromarche per dei posti riservati al convegno “Da Caporetto al Piave: la verità di Angelo Gatti, un astigiano al fianco di Cadorna”, tenuto dal Prof. Alessandro Barbero e moderato dal giornalista Vanni Cornero, che si terrà in teatro mercoledì 24 ottobre.

 

Inoltre sono già disponibili in prevendita i biglietti di un altro spettacolo fuori abbonamento, organizzato in collaborazione con il Palco 19: giovedì 7 marzo torna al Teatro Alfieri il comico Angelo Pintus con il nuovo spettacolo “Destinati all’estinzione”.

 

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21 e si terranno al Teatro Alfieri, tranne dove diversamente indicato.

La stagione è resa possibile anche quest’anno grazie alla preziosa collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo e con il consulente artistico Mario Nosengo, oltre che al contributo di Regione Piemonte, MIBAC, Fondazione Cassa di Risparmio e Banca di Asti.

 

INFORMAZIONI DI BIGLIETTERIA:

 

Conferma palchi entro il 12 settembre.

 

Vendita nuovi palchi: 13 e 14 settembre, orario 10-17.

 

Rinnovo abbonamenti a 15 spettacoli stagione prosa: dal 17 al 19 settembre, orario 10-17.

 

Vendita nuovi abbonamenti a 15 spettacoli stagione prosa: 20, 21, 24, 25 settembre, orario 10-17.

 

Vendita abbonamenti a 5-10 spettacoli* stagione prosa e musica/danza: 26, 27, 28 settembre; 1, 2, 3, 4, 5 ottobre, orario 10-17

(*vendita limitata a 40 utenti al giorno, previo ritiro contromarca numerata in distribuzione mercoledì 26 settembre a partire dalle ore 8,00 presso la cassa del teatro).

 

Vendita biglietti singoli spettacoli: dal 9 ottobre, dal martedì al venerdì, orario 10,30-16,30.

 

A partire dal 18 ottobre, per tutta la stagione teatrale, la biglietteria sarà aperta dal martedì al giovedì (esclusi i giorni festivi) con orario 10,30-16,30, e nei giorni di spettacolo con orario 10,30-16,30/ 19-21.

 

BIGLIETTI SINGOLI SPETTACOLI:

 

Prosa, Soli in Scena e Altri Percorsi: 20 euro platea, barcacce, palchi; 15 euro loggione

 

Musica e Danza: 25 euro platea, barcacce, palchi; 20 euro loggione

 

FUORI ABBONAMENTO (con prelazione per gli abbonati):

 

“À Nos Fantômes” La Cie Menteuses

15 euro platea, barcacce e palchi, 10 euro loggione

Spettacolo omaggio per gli abbonati

 

“Nel nostro piccolo” Ale e Franz

35 euro platea e barcacce, 30 euro palchi, 20 euro loggione

Ridotto abbonati: 30 euro platea e barcacce, 25 euro palchi, 15 euro loggione

 

“Non mi hai più detto ti amo” Cuccarini/Ingrassia

35 euro platea e barcacce, 30 euro palchi, 20 euro loggione

Ridotto abbonati: 30 euro platea e barcacce, 25 euro palchi, 15 euro loggione

 

Concerto Serena Autieri e Orchestra Sinfonica di Asti

35 euro platea e barcacce, 30 euro palchi, 20 euro loggione

Ridotto abbonati: 30 euro platea e barcacce, 25 euro palchi, 15 euro loggione

 

“Gli anni perduti di Nino Ferrer” Federico Sacchi

c/o Spazio Kor, posto unico 10 euro (ridotto abbonati 8 euro)

 

“Il conte di Lussemburgo” Operetta

15 euro platea, barcacce e palchi, 10 euro loggione

Ridotto abbonati: 12 euro platea, barcacce e palchi, 8 euro loggione

 

ASTI OPERA & BALLET (fuori abbonamento, con prelazione per gli abbonati):

 

La Traviata (opera)

50 euro platea, barcacce e palchi, 30 euro loggione

Ridotto abbonati: 40 euro platea, barcacce e palchi, 24 euro loggione

 

Anna Karenina (balletto)

40 euro platea, barcacce e palchi, 25 euro loggione

Ridotto abbonati: 32 euro platea, barcacce e palchi, 20 euro loggione

 

Madama Butterfly (opera)

50 euro platea, barcacce e palchi, 30 euro loggione

Ridotto abbonati: 40 euro platea, barcacce e palchi, 24 euro loggione

 

FUORI ABBONAMENTO:

 

Angelo Pintus “Destinati all’estinzione”

35 euro platea e barcacce, 30 euro palchi, 25 euro loggione.

 

ABBONAMENTI:

 

L’abbonamento alla Stagione di Prosa (a 5, 10 o 15 spettacoli)  include spettacoli delle sezioni Prosa, Soli in Scena e Altri Percorsi.  È però possibile acquistare abbonamenti personalizzati o misti  combinando spettacoli di Prosa, Musica e Danza.

Chi sceglie di abbonarsi avrà la possibilità di acquistare i biglietti per gli spettacoli fuori abbonamento con uno speciale sconto e diritto di prelazione fino al 5 ottobre.

Ogni persona potrà acquistare un massimo di 4 abbonamenti.

 

Stagione Prosa/Soli in Scena/Altri Percorsi:

 

Abbonamento a 15 spettacoli

10 prosa + 5 a scelta tra gli altri in abbonamento:

platea, barcacce, palchi: 210 euro (180 euro per i palchettisti)

loggione: 135 euro

 

Abbonamento a 10 spettacoli

5/6 prosa + 4/5 a scelta tra gli altri in abbonamento:

platea, barcacce, palchi: 150 euro (130 euro per i palchettisti)

loggione: 100 euro

 

Abbonamento a 5 spettacoli

2/3 prosa + 2/3 a scelta tra gli altri in abbonamento:

platea, barcacce, palchi: 80 euro

loggione: 55 euro

 

 

Stagione Musica/Danza:

 

Abbonamento a 10 spettacoli

platea, barcacce, palchi: 190 euro (170 euro per i palchettisti)

loggione: 140 euro

 

Abbonamento a 5 spettacoli

platea, barcacce, palchi: 105 euro (95 euro per i palchettisti)

loggione: 75 euro

 

Abbonamenti misti:

 

Abbonamento a 15 spettacoli

10 musica + 5 prosa

platea, barcacce, palchi: 260 euro

loggione: 195 euro

10 prosa + 5 musica

platea, barcacce, palchi: 235 euro

loggione: 175 euro

10 prosa + 5 a scelta

140 euro + rateo 14 euro sezione prosa, 19 euro sezione musica

 

Abbonamento a 10 spettacoli a scelta libera

rateo 15 euro sezione prosa, 20 euro sezione musica/danza

 

Abbonamento a 5 spettacoli

3 musica + 2 sezione prosa

platea, barcacce, palchi: 95 euro

loggione: 67 euro

2 musica + 3 sezione prosa

platea, barcacce, palchi: 90 euro

loggione: 63 euro

Per informazioni: 0141.399057/399040

Biglietteria Teatro Alfieri, Via al Teatro 2, Asti

www.comune.asti.it

www.facebook.com/teatroalfieriasti  

www.twitter.com/teatroalfieri

www.instagram.com/teatroalfieriasti

 

Ufficio stampa: Alexander Macinante 320.7916810 a.macinante@comune.asti.it

 

Condividi questo contenuto

Eventi correlati

11-01-2019
luogo: Teatro Alfieri
08-01-2019
luogo: Teatro Alfieri

In questa pagina

Valuta questo sito

Città di Asti
Linee guida di design per i servizi web della PA

Il sito istituzionale del Comune di Asti è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. e il Servizio Sistemi Informativi con la soluzione eCOMUNE