Home Page » Vivere la Città » Il verde cittadino
Il verde cittadino

.. I dati del Verde• superficie totale aree verdi pubbliche nel territorio comunale: mq. 1.371655 circa compresi i boschi di Valmanera Valleandona)
• superficie totale aree verdi pubbliche a gestione comunale, diretta o indiretta: mq. 960.750
• superficie di verde a gestione pubblica sul totale della superficie comunale: 3,6 %
• verde per abitante : mq. 18,05 (compresi i boschi) 12,64 soli parchi pubblici
• parchi e giardini: mq. 609.000 circa
• aiuole: mq. 28.000 circa
• verde sportivo: mq. 117.000 circa
• verde scolastico: 47.200 circa
• Orti urbani e aree agricole: mq. 253.930 circa
• bosco a gestione privata (WWF): mq 121.806 circa
• aree boscate totali: mq. 410.905,00,00
• aree gioco: n. 30 (aggiornamento dicembre 2013 per complessive 124 attrezzature tra semplici e complesse)
• aree cani: n. 3 (aggiornamento dicembre 2013)
• patrimonio arboreo urbano: circa 12.500 esemplari
• siepi: ml. 14.000 circa
• aree protette a livello europeo (Rete Natura 2000) + Aree Naturali Protette da normativa regionale in territorio comunale (proprietÓ sia pubblica sia privata): mq. 21.060.000,00

..Le regole per l'utilizzo delle aree giocoSi ricorda in particolare che nelle aree gioco (Regolamento di Polizia Urbana):
• Il libero uso da parte dei bambini e dei ragazzi delle attrezzature e dei giochi Ŕ posto sotto la sorveglianza e responsabilitÓ delle persone che ne hanno la custodia
• Le attrezzature devono essere utilizzate rispettando la fascia d'etÓ per le quali sono state realizzate, riportata sul singolo gioco
• I bambini da 0 a 3 anni utilizzano le attrezzature con l'accompagnamento di un adulto
• ╚ vietato l'ingresso ai cani
• ╚ vietato circolare con veicoli a motore
• ╚ vietato fare esercizi e utilizzare giochi (pallone, pattini a rotelle, ecc. ) in modo da creare disturbo agli altri utenti, o causare incidenti a persone, o danni alla vegetazione e alle cose; tali attivitÓ sono consentite nei soli spazi predisposti per questi scopi
• ╚ vietato danneggiare vegetazione, attrezzature, arredi
• ╚ vietato gettare rifiuti a terra
• ╚ vietato accendere fuochi o barbecue

Comportamento nelle aree cani..Nelle Aree Cani Ŕ consentito ai conduttori di cani far correre e giocare liberamente gli animali, senza guinzaglio e museruola, sotto la propria vigile responsabilitÓ.
╚ tuttavia obbligo dei conduttori evitare che i cani costituiscano pericolo per le persone o per gli altri animali, o arrechino danni a cose, e a tale scopo essere muniti di guinzaglio e trattenere i cani ogniqualvolta se ne presenti la necessitÓ o opportunitÓ; si ricorda che il proprietario o l'accompagnatore Ŕ civilmente e penalmente responsabile di ogni azione del cane da lui condotto.
Si ricorda inoltre che:
• Come in tutte le aree pubbliche e il suolo pubblico, anche nelle aree cani vige l'obbligo di rimuovere le deiezioni solide, lasciando pulito lo spazio sporcato dagli animali. A garanzia dell'igiene ed a tutela del decoro, Ŕ fatto obbligo ai proprietari di cani ed a chiunque li accompagni quando siano condotti in spazi pubblici di essere muniti di idonea attrezzatura per la raccolta delle deiezioni e di depositare le medesime nei contenitori di rifiuti solidi urbani
• Ai sensi degli art. 2 e 3 della Legge Regionale 18/2004 vale l'obbligo di iscrizione dei cani all'Anagrafe Canina Regionale tramite l'inserimento di un microchip
• ╚ vietato l'accesso all'area per i cani affetti da malattie infettive
• Al di fuori delle aree loro dedicate, i cani devono essere tenuti al guinzaglio, anche nelle aree verdi, e se di taglia grossa o media o di indole mordace, devono essere anche muniti di museruola; nelle aree giochi i cani non possono entrare
(Art. 53 Regolamento Polizia Urbana, art. 86 Regolamento del Verde Pubblico e Privato, art. 22-24 Regolamento per la tutela del benessere degli animali in cittÓ)

Forte vento, temporali, neve: non sostate sotto gli alberi!..Forte vento, temporali, neve: non sostate sotto gli alberi! Le bufere di vento, che nei casi pi¨ gravi possono arrivare ad avere la forza di abbattere un intero albero, pi¨ frequentemente possono causare la caduta di rami ed Ŕ quindi indispensabile allontanarsi dalle piante in tali situazioni meteorologiche.
Anche il peso della neve pu˛ causare lo stesso effetto. Ancora pi¨ pericoloso Ŕ il fenomeno dei fulmini: se si viene colpiti direttamente dal fulmine difficilmente si ha possibilitÓ di sopravvivere, basti guardare gli effetti che il fulmine ha sulle piante colpite. Il pericolo per˛ sussiste anche quando il fulmine ci cade vicino (fulminazione indiretta). Infatti, contrariamente a quanto si crede, la corrente del fulmine non entra direttamente nel terreno, ma “galleggia” in superficie diminuendo la sua intensitÓ mano a mano che ci si allontana dal punto di caduta. Per sottrarsi al pericolo fulmini, la cosa migliore da fare Ŕ evitare di rappresentare il punto pi¨ alto esistente sul terreno, o evitare di sostare nei pressi di un punto alto, e correre al riparo. Un luogo sicuro Ŕ l'automobile: la carica elettrica dei fulmini, infatti, rimane sulla sua superficie esterna ed il campo elettrico all'interno Ŕ nullo.
Trovarsi all'aperto durante un temporale, una bufera di vento o neve, Ŕ dunque molto pericoloso.
Dunque, MAI RIPARARSI SOTTO GLI ALBERI!! Evitate i luoghi in cui sono presenti alberi isolati o gruppi di piante e cercate riparo in un luogo chiuso.
La previsione dei temporali Ŕ molto difficile e spesso necessariamente generica. Prevedere dove e quando si verificherÓ un temporale, e con quale intensitÓ, Ŕ ancora impossibile. Pertanto, la sicurezza dei fruitori dei parchi cittadini Ŕ affidata al loro comportamento precauzionale.

Condividi questo contenuto

Valuta questo sito

Recapiti e contatti
Piazza San Secondo 1 - 14100 Asti (AT)
PEC protocollo.comuneasti@pec.it
Centralino +39.0141.399111
P. IVA 00072360050
Linee guida di design per i servizi web della PA

Il sito istituzionale del Comune di Asti è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. e il Servizio Sistemi Informativi con la soluzione eCOMUNE