Art Bonus

Che cos'è l'Art Bonus

È un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali in denaro a sostegno della Cultura. Il D.L. 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 29 luglio 2014, n. 106, ha introdotto un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura ("Art - Bonus").

Legge di stabilità 2016 ha esteso il regime fiscale agevolato a tempo indeterminato nella misura del 65%.

  • In particolare il credito d’imposta del 65% è riconosciuto per le donazioni a favore di:
    manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici;
  • sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (es. musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, come definiti dall’articolo 101 del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al Decreto Legislativo 22/01/2004 n. 42 ,) delle fondazioni lirico-sinfoniche, dei teatri di tradizione, delle istituzioni concertistico-orchestrali, dei teatri nazionali, dei teatri di rilevante interesse culturale, dei festival, delle imprese e dei centri di produzione teatrale e di danza, nonché dei circuiti di distribuzione;
  • realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti, di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo;

Risultano beneficiari del credito d’imposta:

  • le persone fisiche e gli enti non commerciali nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile (fruiscono del beneficio tramite dichiarazione dei redditi relativa all'anno in cui è stata effettuata l'erogazione liberale);
  • i soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui (fruiscono del beneficio in compensazione, a scomputo dei versamenti dovuti, da effettuarsi con il modello di pagamento F/24 - codice tributo 6842).

La ripartizione del credito d'imposta avviene in tre quote annuali di pari importo.

Per fruire del credito d'imposta è sufficiente che il mecenate conservi copia del documento che certifica l'erogazione in denaro con la causale di versamento che identifica oggetto ed Ente beneficiario.

Le modalità per presentare la riduzione fiscale sono esplicitate nella Circolare della Agenzia delle Entrate (pdf).

Per ulteriori approfondimenti consulta anche www.artbonus.gov.it

Come effettuare il contributo

Per effettuare la donazione è necessario fare un "bonifico per agevolazioni fiscali" (compilando l'apposito campo con il proprio codice fiscale) oppure bonifico ordinario indicando:

Beneficiario: Città di Asti

IBAN: IT29E0200810300000100545842

BIC : UNCRITM1840


causale: ART BONUS L. 106/2014, C.F. [inserire il proprio codice fiscale in caso di bonifico ordinario],donazione al Comune di Asti per [INDICARE L'INTERVENTO]

es. 1. ART BONUS L. 106/2014, C.F. XXXXXXXXXXXXXXXX, donazione al Comune di Asti per Palazzo ……………;
es. 2. ART BONUS L. 106/2014, C.F. XXXXXXXXXXXXXXXX, donazione al Comune di Asti per Asti Teatro41

Se sei interessato a sostenere più progetti è necessario fare un bonifico specifico per ciascuno di essi indicando di volta in volta nella causale il nome dell'intervento scelto. Per ottenere la detrazione del 65% sarà sufficiente conservare la ricevuta del versamento ed esibirla in sede di dichiarazione dei redditi o di eventuali controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Se desideri che il tuo nome compaia nella lista dei donatori presente nel sito, specifica tale volontà scrivendo un'e-mail all’indirizzo ricercafin@comune.asti.it

 

Questa dichiarazione deve essere rilasciata esplicitamente per iscritto E NON INFLUISCE SUL DIRITTO AL BENEFICIO FISCALE.

In mancanza, il donatore sarà considerato anonimo.

In relazione alla normativa sulla privacy il cittadino ha il diritto di esercitare i relativi diritti secondo l'art. 7 del D. Lgs. 196/03, fra cui consultare, modificare e cancellare i propri dati o opporsi al loro trattamento per fini di comunicazione, nonché richiedere elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento.

Se sei un' impresa contattaci direttamente, saremo felici di parlarne insieme!


tel:0141399048
email: ricercafin@comune.asti.it

Il Mecenate

Il Decreto Art Bonus stabilisce che l'erogazione liberale dà diritto a pubblico ringraziamento previo consenso informato del mecenate.

In questa pagina saranno pubblicati pertanto i nominativi di tutti i mecenati della Città che ci hanno espressamente indicato tramite e-mail inviata a ricercafin@comune.asti.it la volontà di rendere pubblica la propria identità.

Se vuoi che il tuo nome compaia anche sul sito www.artbonus.gov.it devi compilare apposito modulo qui http://artbonus.gov.it/art-bonus-e-i-suoi-mecenati.html.

Allo stesso tempo occorre che il beneficiario (in questo caso la Città di asti) comunichi mensilmente al MiBACT l’ammontare delle erogazioni liberali ricevute e il loro utilizzo e ne dia visibilità attraverso un’apposita sezione nei propri siti web istituzionali.

La Città di Asti ringrazia sentitamente tutti coloro che contribuiscono alla realizzazione dei progetti.

Progetti

Progetti del Comune di Asti

Al __/__/20__ sono stati raccolti _____________,00 euro da _______________ sostenitori e la Città di Asti ha stanziato complessivamente _____________ euro

Asti Teatro 41

Costo del progetto non coperto da finanziamento pubblico € 150.000;

Donati €

Condividi questo contenuto

Valuta questo sito

Città di Asti
Linee guida di design per i servizi web della PA

Il sito istituzionale del Comune di Asti è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. e il Servizio Sistemi Informativi con la soluzione eCOMUNE