Home Page » L'Amministrazione » Notizie » Comunicati Stampa Città di Asti » Ora c'è un Regolamento per il benessere animale, presentazione mercoledì 24 maggio
Comunicati Stampa Città di Asti
Ora c'è un Regolamento per il benessere animale, presentazione mercoledì 24 maggio
mer 24 mag, 2017

“Solo l’uomo ragiona e parla… gli animali invece privi di coscienza sono delle semplici macchine”  parola di Cartesio. Ma la Città di Asti non la pensa così!

Molti pronunciamenti internazionali sanciscono i diritti animali, e nell’ ottobre scorso è stato approvato dal Consiglio Comunale cittadino il testo definitivo del Regolamento per la tutela, il benessere e la detenzione degli animali che disciplina in modo specifico e mirato la tutela degli animali d'affezione in città e a garantirne il benessere nonché a regolarne la detenzione.

L’incontro pubblico si svolgerà mercoledì 24 maggio alle ore 17,30, e sarà un’importante occasione per tornare a riflettere sull’argomento, insieme ai soggetti che fattivamente hanno contribuito alla stesura del documento, alle associazioni e categorie coinvolte nella sua applicazione, ai cittadini tutti.

L’iter per la predisposizione del Regolamento è stato curato dal Settore Ambiente della Città col supporto dell'ASL AT - Servizio di Igiene e Assistenza Veterinaria, dell’Ordine dei Medici Veterinari, e numerosi sono stati gli incontri di approfondimento nella Commissione consiliare dedicata dove sono emersi interessanti suggerimenti e puntualizzazioni da parte dei partecipanti alla commissione che sono stati recepiti e inseriti nel nuovo testo.

Entrando nello specifico del testo elaborato, il Regolamento è organizzato in modo da  enunciare i principi generali sui diritti degli animali e la convivenza in un contesto urbano, quindi sono elencate una serie di definizioni e divieti generali finalizzati ad una corretta gestione degli animali da parte dei proprietari/detentori che ne tuteli il benessere nelle diverse specie in situazioni concrete e facilmente verificabili.  Il Capo III e il Capo IV prevedono disposizioni specifiche per cani e gatti, animali di affezione più diffusi nell'ambito urbano. Il Regolamento prevede poi  disposizioni inerenti la fauna selvatica ed esotica e altre specie animali fra i quali rileva in modo particolare i volatili per la cui alimentazione si dettano regole volte alla tutela della specie e degli abitanti.

Soggetti incaricati di far rispettare il presente regolamento, sono sia gli appartenenti al Corpo di Polizia Municipale, sia - nei limiti dei compiti attribuiti dai rispettivi decreti prefettizi di nomina, le guardie particolari giurate delle Associazioni protezionistiche e zoofile riconosciute e alle  Guardie Ecologiche Volontarie.

Di pratico interesse  l’art. 19 che prevede l’individuazione, nell'ambito dei giardini, parchi ed altre aree verdi o di uso pubblico, di appositi spazi espressamente riservati alla sgambatura dei cani da realizzarsi a cura della Civica Amministrazione con uniforme distribuzione nel tessuto urbano.

E poi  l’art. 20 che prevede che nei locali aperti al pubblico, nei pubblici uffici e sui mezzi pubblici di trasporto i cani accompagnati dal padrone o detentore hanno libero accesso con specifiche modalità, fatta salva,  la possibilità per i gestori dei locali, di segnalare espresso divieto mediante apposizione di un cartello ben visibile e leggibile.

Saranno sviluppate attività didattico-culturali rivolte a favorire la conoscenza e il rispetto degli animali anche attraverso campagne educative intese ad aumentare la conoscenza degli animali urbanizzati e delle loro abitudini. A tema anche l'affidamento degli animali che vivono in stato di cattività presso il canile comunale promuovendo iniziative e campagne di sensibilizzazione e di informazione mirate ad incentivare l'adozione degli animali abbandonati e ad arginare il fenomeno del randagismo.

Fondamentale la collaborazione con le Associazioni Animaliste di Volontariato Zoofilo e altri soggetti pubblici e privati per favorire il corretto rapporto affettivo uomo/animale nonché per promuovere iniziative volte a fornire il supporto per il mantenimento e la cura degli animali anche a favore delle fasce disagiate di cittadini che detengono animali da affezione in modo che persone anziane sole ed in difficoltà possano continuare a vivere con il proprio animale domestico anche presso le strutture pubbliche e private convenzionate con il Comune stesso.

Condividi questo contenuto

In questa pagina

Valuta questo sito

Città di Asti
Linee guida di design per i servizi web della PA

Il sito istituzionale del Comune di Asti è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. e il Servizio Sistemi Informativi con la soluzione eCOMUNE