Comunicati Stampa Città di Asti
Avviso pubblico
mer 16 lug, 2014

La città di Asti ha partecipato al coordinamento regionale piemontese di "AVVISO PUBBLICO"

Il Vicesindaco della Città di Asti, con delega alla “Legalità e Trasparenza”, Davide Arri, ha partecipato nei giorni scorsi presso la Sala della Conferenza Capigruppo della Città di Torino ad una seduta del Coordinamento Regionale di “Avviso Pubblico”, Associazione di Enti Locali e Regioni italiane per la formazione civile contro le mafie.
La Città di Asti ha aderito ad “Avviso Pubblico”con delibera del Consiglio Comunale adottata lo scorso 19 dicembre, approvandone l’Atto Costitutivo, lo Statuto e la Carta d’Intenti.
Associazione nata nel 1996 con l’intento di collegare ed organizzare gli Amministratori Pubblici che concretamente s’impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella Politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi governati, “Avviso Pubblico” attualmente conta più di 250 enti pubblici aderenti, tra Comuni, Province e Regioni.
Tra le diverse attività si sottolinea la collaborazione nell’organizzazione di eventi e manifestazioni con l’Associazione “Libera” e con diversi altri soggetti, in particolare con il coinvolgimento di numerosi Enti locali, anche tramite le pubblicazioni destinate agli Amministratori pubblici e alle persone impegnate nella lotta alle mafie, oltre ad una serie di iniziative tese alla lotta e alla prevenzione del fenomeno usuraio e del racket, alla promozione della cultura della legalità e al sostegno dei programmi e progetti finanziati con gli strumenti propri del microcredito e della micro finanza.
Durante i lavori del Coordinamento Regionale, il Presidente Nazionale di “Avviso Pubblico”, nonché Sindaco della Città di Grugliasco, Roberto Montà ha presentato i progetti, i gruppi di lavoro e le diverse attività svolte ed in corso di organizzazione, illustrando in particolare i contenuti del rapporto intitolato “Amministratori sotto tiro. Buona pratica e intimidazioni mafiose”, l’aggiornamento del Codice Etico della “Carta di Pisa” ed il progetto che “Avviso Pubblico” sta coltivando con la Commissione Parlamentare Antimafia sul ruolo degli Enti Locali nella prevenzione e nel contrasto alle mafie ed alla corruzione.
Il Vicesindaco Davide Arri nel corso del suo intervento ha fatto riferimento al “Piano Triennale di prevenzione della corruzione 2014-2016”, peraltro recentemente aggiornato ed al “Programma triennale per la trasparenza e l’integrità 2014-2016”, di cui si è dotata di recente la Città di Asti.
Altresì, Arri ha illustrato le iniziative condivise con il Coordinamento Provinciale di Asti dell’Associazione “Libera”, in occasione della Giornata della Memoria svoltasi lo scorso 21 marzo e della manifestazione “Vinissage 2014” tenutasi all’Enofila nei giorni 21-23 maggio scorsi, ove i temi eno-turistici sono stati abbinati e valorizzati con quello dell’imprenditoria agricola sui territori confiscati alle mafie.
“E’ stata anche l’occasione per proporre l’organizzazione, grazie al contributo qualificato di “Avviso Pubblico” e di “Libera”, – afferma il Vicesindaco Davide Arri – di alcune significative iniziative che potrebbero avere corso nei prossimi mesi: in particolare, di un ciclo di incontri di formazione ed aggiornamento per gli amministratori aperto anche alla Cittadinanza, di una giornata di studio ed approfondimento sul ciclo illegale dei rifiuti e della “Giornata della Trasparenza”, iniziativa che vuole aprire tutte le porte della Pubblica Amministrazione astigiane alla Cittadinanza ed alle Scuole”.

 

Condividi questo contenuto

In questa pagina

Valuta questo sito

Città di Asti
Linee guida di design per i servizi web della PA

Il sito istituzionale del Comune di Asti è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. e il Servizio Sistemi Informativi con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework