Home Page » L'Amministrazione » Notizie » Comunicati Stampa Città di Asti » Trenta progetti di innovazione presentati al Polo universitario
Comunicati Stampa Città di Asti
Trenta progetti di innovazione presentati al Polo universitario
gio 08 giu, 2017

Lo sviluppo passa attraverso l’innovazione sociale che sforna nuovi progetti d’impresa che attirano l’attenzione del mondo bancario e finanziario. E’ recente l’avvio da parte della Regione Piemonte di un piano di sperimentazioni che coniuga misure diverse attraverso fondi europei con stanziamenti nel settore per complessivi 20 milioni di euro.

Anche ad Asti, nella giornata del Festival Europeo sull’innovazione sostenibile (hanno aderito in Piemonte Torino e Asti)  si è avviato un laboratorio sperimentale presso l’università, sede del’Incubatore, coordinato da vari soggetti istituzionali, Astiss, Master in Sviluppo Locale, Università del Piemonte Orientale, Studio Kappa e altri.

La ricerca di idee imprenditoriali social, iniziata a gennaio, è proseguita per alcuni mesi: la prima fase di individuazione, che ha dato ottimi risultati, si è conclusa oggi con il report di trenta progetti, presentati da giovani imprenditori astigiani e piemontesi.

La natura delle proposte presentate è molto variegata, tocca numerosi settori della società e risponde a molti bisogni di singoli cittadini e aggregazioni. Si va dal riciclo al riuso di materiali e oggetti scartati, al turismo condiviso, dallo sport e benessere fisico alla divulgazione scientifica, dal teatro e animazione all’accompagnamento per trovare casa (housing sociale).

I lavori iniziati alle 9 si sono conclusi alle 13 con l’esposizione di tutti i progetti. In apertura sono intervenuti Francesco Scalfari e Tatiana Lanzetti per Astiss, Enrico Ercole per il Master in Sviluppo Locale, Anna Zumbo e Candida Leso di Studio Kappa per la creazione di imprese sociali. I lavori sono stati seguiti da Ivo Ormento, responsabile del settore sviluppo territoriale di Unicredit.

I progetti presentati sono di Anna Veiluva, Claudia Capato, Francesca Rosso, Virginia Bada, Alberto Mossino, Barbara Rapetto, Giovanni Paolo Stocchi, gruppo legato al consorzio Coala sotto varie denominazioni progettuali “Operland via Fulvia”, “Maramao cooperativa agricola”, “Terre di Monale”, “Solimarket mercatino del riuso e della solidarietà”; di Aldo Buzio dell’associazione CRAFT con il progetto sul teatro “Spazio Kor”; di Angela Chiappino, scuola primaria Anna Frank con il progetto “Parlami”; di Giuseppe Cordaro, Barbara Venturiello, Marta Di Giulio, Genitori Insieme onlus con vari progetti nel settore dell’istruzione scolastica; di Sergio Farruggia del network Stati generali dell’innovazione con la scuola Open Geodata (mappatura di istituzioni culturali, musei e beni architettonici, feste e sagre popolari in Piemonte a fini turistici); di Sabrina Gamba, Istituto Penna di Asti con il Centro di divulgazione scientifica; di Maurizia Giavelli, Mariangela Ortolan, Ornella Lovisolo con progetti sull’autonomia abitativa e di integrazione sociale; di Siromani Barbesino, Valerio Catalano del Servizio civile del Comune; di Ljuba Grandinetti, Roberta Ivaldi, Fabrizia Vacca sull’animazione e il benessere per gli ospiti della casa di riposo Città di Asti; di Monica Iviglia, Giovanna Stella, Giulia Marchiaro del Ce.Pim Centro down di Asti con i progetti “Verso casa e lessico familiare”; di Michelino Musso, Diocesi di Asti sui progetti “Carta degli intenti e progetto sul vicinato”; di Alessandra Ricossa e Sara Vazzola, associazione Access Consciouness con LABS, sperimentazione scientifica nella scuola e vivere in modo consapevole, rivolti alle scuole primarie.

Nei corridoi al piano terra per alcuni giorni è allestita ed è aperta alle visite una mostra che raccoglie tutti i progetti presentati. I pannelli a colori contengono le trenta proposte innovative, suggestioni e informazioni utili per i cittadini interessati ad approfondire e a interagire con il nuovo mondo dell’impresa sociale.

Condividi questo contenuto

Eventi correlati

26-02-2016
luogo: Casa di reclusione - Quarto d'Asti

In questa pagina

Valuta questo sito

Città di Asti
Linee guida di design per i servizi web della PA

Il sito istituzionale del Comune di Asti è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. e il Servizio Sistemi Informativi con la soluzione eCOMUNE